Carte d’Ispirazione: Quale Mazzo Scegliere?

Pubblico spesso foto di carte sui miei canali socials poiché amo usarle per trovare ispirazione e fare introspezione. Le uso anche all’interno del Cerchio della Luna per portare un messaggio d’ispirazione alle moon sisters.

Molte persone mi hanno scritto chiedendomi consigli su quali carte scegliere. E io non do mai una risposta univoca, perché trovo che non ci sia un mazzo in assoluto meglio di un altro. Ci sono mazzi più adatti a determinati scopi di altri, in più gioca anche il gusto personale.

Come dico spesso, non si tratta di strumenti per predire il futuro (nonostante ci sia la possibilità di “leggere” le energie del momento), bensì per acquisire maggiore consapevolezza su di sé, che possono fornire spunti davvero utili e azzeccati per affrontare determinate situazioni della nostra vita.

In questo articolo ti presento alcuni dei mazzi che uso più spesso e ti racconterò come li uso, così da darti ispirazione. Chissà che anche tu non trova il mazzo più adatto per te 😉

IL COACHING GAME DI POINTS OF YOU

Innanzitutto, ti presento il Coaching Game di Points of You, che è il mazzo che più mi ha avvicinata a questo modo di usare le carte d’ispirazione. Le ho scoperte quasi per caso nel 2014 e ho sentito subito una fortissima attrazione che mi ha portata non solo ad acquistarle ma a diventare ben presto anche trainer certificata a livello internazionale del metodo.

Fino allora ogni tanto usavo i tarocchi, associando a ciascun arcano un significato ben preciso. Mentre con il coaching game ho scoperto che le carte possono essere viste come uno strumento che riflette in profondità ciò che hai bisogno di vedere o sentire in quel determinato momento.

La cosa che più mi piace del Coaching Game è che è fatto di fotografie reali, molto particolati, oltre che di parole. Ed è proprio osservando queste immagini che la mente può associare ricordi, sensazioni, emozioni, storie. Storie che, man mano che vanno a formarsi nella testa di chi interpreta la carta, in qualche modo fanno da specchio a ciò che la persona ha dentro.

Qualcosa che è sempre stato lì, ma che magari con gli occhi della ragione era difficile vedere con chiarezza. Ecco allora che la carta aiuta a vedere nuovi punti di vista, a fornire nuove angolazioni, a sbloccare situazioni in maniera inattesa.

Le immagini di questo mazzo non sono belle nel classico senso del termine. Anzi, alcune immagini sono anche all’apparenza bruttine e possono suscitare sensazioni di disagio. Eppure è proprio questo che le rende ancor più interessanti: non ci sono carte belle o brutte, ma solo differenti punti di vista nell’osservare la realtà, senza alcun giudizio.

Trovo queste carte ottime per chi vuole usarle non solo come strumento d’introspezione per sé stessa, ma desidera anche usarle per facilitare il cambiamento nei propri clienti di coaching o di consulenza. Il coaching game, infatti, si integra benissimo in una sessione di coaching, e fornisce molteplici spunti di riflessione per andare in profondità nel “problema” e avvicinarsi alla “soluzione” del tema su cui si sta lavorando.

Io le uso spesso quando mi trovo davanti a una scelta da compiere e voglio far chiarezza nei miei pensieri e sensazioni, così da poter prendere una decisione e passare all’azione.

(Se vuoi imparare a usare queste carte, dai un’occhiata al mio corso TrasformAzione, nel quale inizi a prendere confidenza con questo potentissimo strumento di cambiamento, per te stessa e per i tuoi clienti).

SOUL COACHING ORACLE CARDS, di DENISE LINN

Adoro questo oracolo di Denis Linn, perché queste carte mi trasmettono un sacco di pace e serenità. Non a caso, è un mazzo creato per fare “coaching dell’anima”, e per aiutarti ad ascoltare i messaggi che la tua anima vuole comunicarti. Sono più rivolte alla dimensione dell’essere, che del fare.

Ad esempio, alcune carte sono: Libertà, Impegno, Avventura, Successo, Pulizia, Bellezza, Delizia, Guarigione, Entusiasmo, Verità, ecc.

Ogni carta ha un’immagine racchiusa in un cerchio, una parola e un breve mantra. E nel libretto allegato trovi una descrizione di tutte le carte, nonché i diversi “giochi” (disposizioni di carte) che puoi sperimentare. In realtà, non sentirti limitata alle disposizioni di carte proposte, con il tempo potrai creare i tuoi giochi o pescare le carte senza necessariamente attenerti a una sequenza ben specifica.

Io pesco una carta all’inizio di ogni mese, nascondo la parola e guardo solo l’immagine, lasciando che nella mia mente arrivino sensazioni, emozioni e qualche volta anche dei ricordi. In questo modo non mi faccio condizionare subito dall’interpretazione logica, ma faccio fluire i pensieri. Solo dopo, svelo la parola e leggo il mantra.

Ogni tanto l’immagine mi colpisce subito e parla più della parola. Altre invece è la parola ad essere particolarmente significativa, come un messaggio che avevo bisogno di sentire in quel preciso momento.

Poi estraggo un’altra carta in corrispondenza con la Luna Nuova di ogni mese. Se la carta del 1 del mese è più legata alla mia vita professionale e attiva, quella che estraggo con la Luna nuova è collegata al mio mondo spirituale ed emotivo. Sono entrambe carte valide e mi aiutano a riflettere su aspetti diversi della mia vita. Una volta estratte, le dispongo su una zona adibita ad altare su cui ho delle candele e dei cristalli, e le uso entrambe come delle guide.

Quando mi sento stressata, stanca, o demotivata, riguardo queste carte e mi aiutano a ritrovare rapidamente l’allineamento con me stessa. Le percepisco un po’ come un “brodo caldo per l’anima” 😉

Puoi usare queste carte anche come guida per il tuo business, come ti spiegavo in questo altro articolo.

THE UNIVERSE HAS YOUR BACK, di GABBY BERNSTEIN

Un terzo mazzo che uso moltissimo è quello creato da Gabby Bernstein e disegnate da Micaela Ezra. Su ciascuna carta c’è una citazione tratta dal libro “The Universe has your back” (tradotto in italiano con il titolo “Trasforma la paura in potere”, ma il mazzo è solo in inglese per ora).

Ciascuna di queste frasi è un inno a non lasciare che la paura abbia il sopravvento e ad abbracciare l’energia dell’amore. Sai, la paura è subdola, perché è presente anche quando non te ne rendi conto.

Ad esempio, quando prendi una decisione spinta dalla paura di perdere qualcosa (es. rimanere con il fidanzato che non ami più, continuare a fare un lavoro che non ami, ecc.), oppure quando ti allontani da altre persone per paure che esse ti feriscano, o quando lasci che la paura del giudizio ti impedisca di fare ciò che dentro di te decideresti sperimentare, o quando per paura di non essere abbastanza ti metti a fare di più, a stressarti, e così via.

Ma la paura è anche un riflesso del nostro ego, quello che sì, ci spinge a voler emergere e migliorare, ma al contempo rischia anche di isolarci dagli altri, di farci credere migliori di altre persone, a montarci la testa. Eh sì, anche quella in fondo è paura.

Quando invece abbracci l’amore e ti senti connessa con il Divino, sai che tutto capita per un bene più grande del tuo tornaconto e non hai più timore di perdere o di fare scelte sbagliate: segui il tuo cuore e ti affidi all’Universo.

Tutti questi aspetti sono raccontati più in dettaglio nel libro di Gabby, che appunto si definisce maestra e studente spirituale del testo metafisico “Un corso in miracoli”.

Questo mazzo si trova sul mio altare e pesco una carta ogni volta che ne sento il bisogno. Può essere al mattino, per cominciare la giornata in maniera ispirata. Oppure in qualsiasi altro momento, quando inizio a provare paura. Sapevi che noi imprenditrici abbiamo spesso paura? È normale provarla, ma l’importante è non lasciare che questa determini le nostre scelte.

Quando sento che la paura sta avendo il sopravvento o che potrebbe influire su una decisione, metto tutto in pausa, pesco una bella carta e faccio meditazione. In questo modo esco da una modalità di reattività istintiva, prendo distanza da ciò che mi fa paura, e vedo le cose con più serenità e pace interiore 🙂

SACRED CREATORS ORACLE CARDS, di CHRIS-ANNE DONNELLY

Queste bellissime carte sono state create da Chris-Anne Donnelly e pensate per le imprenditrici come noi. Uniscono la dimensione del fare business alla spiritualità, sono semplicemente stupende.

Le carte si presentano in un elegante cofanetto, all’interno del quale trovi anche un libro esplicativo e con link ad ulteriori approfondimenti online. Tra le diverse disposizioni proposte, ce ne sono alcune specifiche per chi lavora in proprio: scoprire la tua missione epica, lavorare sull’energia per attrarre più clienti, creare abbondanza finanziaria, ecc.

Le prime 22 carte hanno un parallelismo con gli arcani maggiori dei Tarocchi, ma interpretati secondo il vissuto di un’imprenditrice spirituale. Ed è proprio questo a rendere tutto il mazzo così speciale. Ogni carta parla di un aspetto della vita imprenditoriale, con tutti gli alti e i bassi che la caratterizzano. E non mancano ovviamente spunti di riflessione e consigli utili per trarre il meglio da questo percorso di crescita personale e di business.

Uso spesso questo mazzo con la Luna Piena, quando c’è un aspetto particolare del mio business che voglio approfondire. Ad esempio se ho dei lanci in previsione, oppure su un nuovo progetto a cui voglio dare vita.

Queste carte mi aiutano a riconnettermi con la voce della mia anima, a capire che cosa desidero per davvero e a fare chiarezza sui passi da compiere per avanzare nei miei intenti.

Mi piace che queste carte siano create da un’imprenditrice per le imprenditrici e non parlano di business in modo strutturato o solamente strategico, ma abbracciano una visione spirituale e anche un pizzico (tanto 😉) di magia.

MANIFEST BEING SEEN, di CHRIS-ANNE e BECCA

Questo è un altro mazzo creato da Chris-Anne Donnelly, in collaborazione con Becca Bergren, in occasione del loro corso “Manifest Being Seen”. Si trattava di un corso per aiutare le piccole imprenditrici a prendere confidenza con Instagram e usarlo in maniera autentica per esprimere sé stessi e il proprio business.

Quando ho saputo che il corso includeva anche questo mazzo di carte, non ho esitato e mi sono subito iscritta 🙂 Il corso è stato semplicemente stupendo, e le carte sono utilissime, con numerosi spunti da cui trarre ispirazione per creare contenuti socials.

Scommetto sarà capitato anche a te di trovarti davanti alla pagina bianca e chiederti: e ora, che cosa pubblico? Ecco, in quel caso queste carte possono aiutarti. Suddivise in diverse categorie, fra cui “dietro le quinte”, “su di te”, “offerta”, “valori”, “lifestyle”, “perle di saggezza” e tanto altro ancora, contengono domande e suggerimenti per aiutarti a raccontarti in maniera autentica.

Alcuni esempi di domande?

  • Il tuo lavoro accende il cambiamento: racconta i successi dei tuoi clienti, la magia che hai creato
  • Momenti di risveglio interiore: condividi il momento in cui ti sei “svegliata” e ti sei sentita ispirata nel fare il lavoro che fai ora
  • Multipassionata te: mostra i tuoi hobby e interessi in azione
  • Perché fai ciò che fai?
  • Life hacking: racconta qualche cosa della vecchia te, su cui stai lavorando

Insomma, grazie a questo mazzo di certo le idee non mancano 😉 E come avrai intuito, le uso quando sono in cerca di ispirazione per scrivere qualcosa sui miei canali socials 😉

MOON JOURNAL, di JO CAULDRICK

E infine, ma non da ultimo, un semplice mazzo di 10 carte creato da Jo Cauldrick, che rappresentano le fasi lunari.

(foto tratta dal sito dell’autrice)

Le trovo stupende nella loro semplicità, non trovi? Le uso per scandire il percorso della Luna. Le dispongo sul mio altare a seconda della fase lunare in corso, come uno strumento di sintonizzazione con la luna stessa, anche quando essa non è visibile in cielo.

Se vuoi sapere come sfruttare le fasi della Luna per attrarre più abbondanza e soddisfazioni nella tua vita, dai un’occhiata al mio corso gratuito Luna Piena. Conoscerai le caratteristiche di ciascuna fase e come puoi allinearti alla loro energia per ottenere il meglio dalla tua vita e dal tuo business.

QUALE MAZZO SCEGLIERE?

Potrei continuare a parlarti di molti altri mazzi che uso ma rischierei di non finire più :p Come avrai notato, esistono tantissime carte d’ispirazione (e oracoli e tarocchi) e sarebbe impossibile elencarteli tutti. Qui ti ho mostrato una panoramica di quelli che uso più spesso e dell’utilizzo che ne faccio.

Magari tra i mazzi di cui ti ho parlato ce n’è uno in particolare che ti ha chiamato: molto bene. Oppure nessuno di questi ti ha colpita: va bene lo stesso. Se sei curiosa di iniziare ad usare le carte, rimani aperta e lasciati sorprendere, senza cercare ossessivamente il mazzo perfetto. Quello giusto per te ti chiamerà e ti troverà.

Allo stesso modo, esplora le carte e pian piano troverai il modo che senti più utile per te di usarle. Come hai letto in questo articolo, io uso mazzi diversi per scopi diversi, non c’è un giusto o un sbagliato.

La cosa importante è iniziare a prendere confidenza con il mazzo che hai scelto (o che ti ha chiamato) e trovare il tuo modo di dialogare con lo strumento. La magia è dentro di te, le carte sono solo un mezzo.

Buona ricerca e buona scoperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *